SEZIONI NOTIZIE

E’ una Ternana da migliorare anche in attacco

di Massimo Laureti
Vedi letture
Foto

Dopo l’Albinoleffe anche la Viterbese. No, non parlo certo del risultato (diverso) ma dell’impossibilità di tirare fuori uno straccio di valutazione, anche parziale, sulla Ternana che ha appena cominciato la sua avventura in campionato.

Il campo impossibile a causa della pioggia che ha martellato per un giorno intero, tante assenze e tanti giocatori a mezzo servizio che hanno dovuto stringere i denti e immolarsi (si fa per dire) per la causa.

Lucarelli aveva gli uomini meno che contati ma alla fine è riuscito a mettere insieme una squadra che in campo si è impegnata, ha dato tutto quanto aveva in corpo e nel finale forse anche qualcosa in più. Certo, il pareggio in casa non è quasi mai un risultato da festeggiare però, stavolta fare un’eccezione si può. Accettando il pari ma senza festeggiarlo. Perché in partite come quella di domenica sera perdere è facile quanto vincere. 

Sarebbe bastata una pozzanghera in più o in meno, una svirgolata malandrina per cambiare la storia del confronto che soltanto con un evento casuale si sarebbe potuto concludere con un risultato diverso dallo zero a zero iniziale. A meno di non imporre una superiorità fisica schiacciante. Cosa che non è riuscita alla Ternana né, tantomeno alla Viterbese.

Certo, la Ternana c’è andata più vicina al risultato pieno rispetto ai laziali, però alla fine il pari non fa gridare allo scandalo.

Detto tutto questo è il caso di passare oltre di andare agli aspetti positivi del confronto a partire dalla voglia, dalla determinazione e perché no, anche dalla condizione fisica palesata da gran parte dei rossoverdi.

Col segno più l’inserimento di Laverone, esterno difensivo di ruolo (anche se preferibilmente a destra) che ha dato l’idea di poter essere particolarmente utile alla Ternana anche per l’esperienza che può mettere a disposizione del collettivo. 

A proposito di nuovi, niente male anche Kontek che adattato nel ruolo di mediano centrale ha messo in evidenza buon piede e idee chiare cercando, anche con esiti positivi, impostazioni rapide e profonde. Lui e Proietti (non nuovo ma recuperato dal lungo infortunio) hanno immesso tanta energia e qualità (per quel poco che si poteva) nel palleggio della Ternana che nel finale si è giovata anche della vivacità di Marilungo e Onesti, entrati piuttosto bene nel match, soprattutto il primo.

Qualche errore c’è stato sia in difesa che in avanti ma gente come Diakité e Suagher merita comunque un plauso.

Visto il campo e la superiorità numerica (ininfluente in una partita del genere) è tornato in ballo con forza il discorso sulla necessità di aggiungere centimetri e chili alla rosa. Tutto vero anche se di situazioni limite come quella di domenica sera difficilmente se ne ripresenteranno in grande quantità. Però è evidente che a centrocampo e in avanti ancora manca qualcosa. Al di la delle prestazioni fornite contro la Viterbese.

Se la Ternana punta realisticamente e giustamente alla promozione a mio avviso è indispensabile migliorare il potenziale offensivo. E’ vero che un Falletti in forma aggiungerà molto in termini di qualità, di gamba e forse anche di realizzazioni. Però nella stagione del Covid che si aggiunge a squalifiche e infortuni, da sempre condimento di una stagione lunga e mai come quest’anno tanto compressa, è indispensabile avere punti di riferimento certi per dare sostanza alla manovra della squadra che a sprazzi s’è vista pure nella risaia del Liberati.

Si  dice che il gioco della squadra lo determinano gli attaccanti con i loro movimenti ma ancora di più con i gol. E la Ternana della passata stagione di gol ne ha fatti pochi per pensare di vincere il campionato.

C’è ancora una settimana di mercato a disposizione, sono certo che la Ternana farà di tutto per completare e migliorare un organico che l’anno scorso ha chiuso mancando di poco l’obiettivo. Lo sta facendo ma c’è da compiere uno sforzo in più per aumentare le proprie possibilità. Già perché la certezza di vincere non te la può dare nessuno. Ma ritrovarsi con il rammarico di non aver aggiunto quel qualcosa in più sarebbe davvero dura di digerire.

Per le valutazioni più approfondite non posso fare altro che rimandarle a tempi migliori.

Altre notizie
Mercoledì 28 ottobre 2020
22:30 Avversario Catanzaro, parla il dg Foresti: "Ternana arriva al momento giusto per vincere fuori casa" 22:00 News Viterbese, altri due positivi al Covid nel gruppo squadra 21:30 News Ag. Montalto: "Contento per il gol, per un attaccante è importante segnare" 21:00 News Recupero prima giornata di campionato: Avellino-Turris 2-2 20:30 News Coppa Italia, Fazio non basta Catanzaro ko contro il Genoa
PUBBLICITÀ
20:00 Copertina Disservizi Eleven Sports: a novembre in chiaro le gare di Serie C e rimborsi del mese 19:25 In Primo Piano Tutte le partite della Ternana in chiaro su UnicusanoTv 19:00 News Casertana, ritorno di fiamma: contatti con l'ex DS Martone 18:30 News Serie C, 8' giornata: Palermo-Viterbese rinviata a data da destinarsi 18:00 News Ternana, ascolta Foresti dg Catanzaro: "Siamo costruiti per arrivare in alto" 17:36 In Primo Piano Covid19, la Lega Pro sospende il Campionato Primavera fino al 24 novembre 17:30 News La Ternana femminile perde di misura con la Res Roma a Campitello 17:00 News Lavori sul sintetico terminati, la Casertana torna allo stadio "Pinto" 16:00 News Perinetti: "Ternana avversario ostico per il Bari" 15:30 News Avellino, c'è un positivo. Con la Turris si gioca alle 17:30 15:00 News Ternana, oggi la ripresa degli allenamenti in vista di Catanzaro 14:00 News Coppa Italia, tutto il programma del terzo turno eliminatorio 13:30 In Primo Piano Ternana: cooperativa del gol. Nessuno in Italia come i rossoverdi 13:00 Rassegna stampa Rassegna Stampa - GdS - E' un Di Cesare infinito: "Penso solo al Bari in B" 12:00 Rassegna stampa Rassegna Stampa - GdS - Felleca rincuora il Foggia: "C' un disfattismo esagerato"